I’m sorry that sometimes I’m Mean.

A me le 3.45 paiono un ottimo orario per prepararsi da mangiare, non pensate anche voi? infatti adesso mi faccio un piatto di pasta, e intanto che le cose si completano al meglio (vedi, l’acqua bolle, la pasta cuoce, cose così) scrivo qui delle cose.

Intanto ascolta il disco solista di Freddie Mercury, che infatti mi sta più simpatico dei Queen in generale, ma comunque mi verrà a noia a breve, già lo vedo, già lo vedo. Spero solo di trovarci una canzone adatta alla corsa. Come le canzoni ben ritmate di Mika, fantastiche allo scopo.
Freddie, do’ cazzo stai andando con la voce, fermati un attimo che provo a capirci qualcosa.

Comunque non mangio pasta, ho cambiato idea, ho fatto un letto di insalata condita, poi ci metto sopra due hamburger e delle zucchine. Più che un pranzo è un pasto giornaliero. Va bene così, poi esco pure a prendermi un dolcetto. Perché ho la febbre credo. Almeno, credevo di averla stamattina, poi sono andato a correre e sto meglio. Forse, mi è venuta la tosse. Non lo so, però questo week end dovrei stare bene che devo andare a Firenze, eh. Facciamo i bravi.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in random e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a I’m sorry that sometimes I’m Mean.

  1. ladonnaignota ha detto:

    le 3.45 sono un ottimo orario per fare qualunque cosa, fondamentalmente.
    qui alcuni esempi:
    – mangiare (pasta o hamburger su un letto di insalata con zucchine annesse è indifferente);
    – farsi una doccia;
    – fumare e fissare un punto indefinito pensando a tutta la tua vita, o al futuro, o a quello che ti pare;
    – farti un solitario (dubbia interpretazione);
    – mandare messaggi/mail a tratti indecenti (che poi la mattina inevitabilmente ti dirai ‘macheccazzohofatto’, perchè va sempre così);
    – trasformarti in superman;
    – ascoltare un vecchio disco e sentire i brividi che ti salgono lungo tutta la schiena e pensare che sia la cosa più bella che tu abbia mai ascoltato;
    – decidere cosa fare il giorno dopo, o la vita dopo;
    – tutto. o niente. magari dormire.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...