Pornografia.

C’è questa cosa divertente, ogni volta che vedo i bimbetti, che ogni volta faccio usare il pc a qualcuno di loro e “omg lol porn” nella cronologia.

“Ma la prossima volta imposta Holly”
“Ma la prossima volta cancella la cronologia”

E poi quest altra cosa

“Preferirei non usaste il mio mio computer”
“Ma allora sei stronzo? Ma perché? Ma ti pare”

Sono due cose che all’apparenza, magari a loro, potrebbero sembrare in contraddizione, oltre che senzasenso.
È che infatti immagino che la gente non tenti sempre di esprimere se stesso nelle cose personalizzabili, io invece in cose del genere ci metto me stesso e pure un po’ di più. Se una cosa in ordine è perché io sono in ordine, non cerco di riempire un vuoto interiore cambiando l’esterno.

Questo per dire che la mia cronologia su internet è parte del mio pc, se è parte del mio pc, in quanto aggeggio completamente personalizzabile è espressione di ciò che sono, e non mi va di cancellare qualcosa.

Anche perché, anche perché, anche ad andare a vedere la mia cronologia di porno, probabilmente è la cronoloporno meno imbarazzante della storia dell’umanità:”Students couple in love” “Romance in the hall” “Nice couple fucking in the yard”.

Voglio dire. Probabilmente la pornografia che guardo io è a un passo dall’approvazione della Chiesa Cattolica.

Ed è un discorso che qualche volta ho già fatto, a me la pornografia non è che nemmeno dica gran ché. O è plastica o è molto -troppo- confuso. Poi la colonna sonora è sempre trascurabile. (tranne qui http://www.youjizz.com/videos/sonic-youth–195603.html)
La pornografia la si usa in due casi: noia estrema, oppure quando quando chiudi gli occhi in certi momenti e immagini cose e persone che poi a ripensarci rischi di rovinarti la giornata in malinconie varie.

A me la gente che ti dice “ma cancella la cronologia” quando vede che ho della pornografia lì, non lo so, mi fa un po’ paura, mi verrebbe voglia di vedere che porno guardano loro e con che frequenza, sono sicuro che ci sarebbero cose molto più divertenti.

E torniamo al discorso che non faccio toccare il pc, che si può spiegare più o meno così: il fatto che io non abbia nulla da nascondere, non vuol dire che giri volentieri nudo quando c’è qualcuno in casa.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in aneddoti, pensieriveloci. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...